Profilo biografico: Biagio Benzi

Biagio Benzi
02/10/1919, Vinchio d'Asti (AT), Italia
Coniugato
Biagio Benzi nasce il 2 ottobre 1919 a Vinchio (AT). Di famiglia di orientamento antifascista, bancario, militare nel Genio Ferrovieri in Italia durante la guerra, dopo l'8 settembre si unisce alle formazioni garibaldine operanti nel Monferrato. È arrestato a Vinchio ai primi di dicembre del 1944 nel corso di un rastrellamento. Con lui sono arrestati i fratelli Vittorio e Giovanni. Detenuto a Torino (TO) alle carceri Nuove e all'Albergo Nazionale, il 16 dicembre è trasferito con i fratelli nel campo di transito di Bolzano (BZ). L'8 gennaio 1945 Vittorio è deportato a Mauthausen, mentre il 19 Biagio è inserito nel trasporto che il 23 giunge a Flossenbürg (trasporti Tibaldi nn. 115 e 118). Qui viene classificato come Politisch (deportato politico) e riceve il numero di matricola 43493. Il 3 febbraio è trasferito nel sottocampo di Porschdorf (Germania). Riacquista la libertà l'8 maggio, dopo un ulteriore trasferimento nel contesto dell'evacuazione del Lager. Vittorio muore invece a Gusen I il 22 marzo, mentre Giovanni è liberato a Bolzano. Biagio transita poi per Cecoslovacchia e Austria, giungendo in Italia il 25 giugno. Al ritorno in patria è costretto per alcuni mesi all'inattività per sottoporsi a cure per le patologie causate dalla deportazione.
Anche il futuro cognato di Biagio Benzi, Natalino Pia, è stato arrestato con i tre fratelli Benzi e poi deportato con Vittorio a Mauthausen e Gusen I (dove è stato liberato il 5 maggio 1945).

Testimonianze presenti in archivio

Documento CARTACEO Trascrizione intervista a Biagio Benzi
Documento SONORO Registrazione intervista a Biagio Benzi

Citazioni di o su Biagio Benzi in Articolo di monografia

Cesare Manganelli, Sergio Vizio, Resistenza e deportazione nel Basso Piemonte in Contadini e partigiani. Atti del Convegno storico (Asti, Nizza Monferrato 14-16 dicembre 1984), Isral, Israt (cur.), Alessandria, Edizioni Dell'Orso, 1986, pp.256, 258, [Il saggio utilizza le interviste raccolte nell'Archivio della deportazione piemontese];

Citazioni di o su Biagio Benzi in Articolo di periodico

E la gente al di là del Tanaro corse a sfamarci in "La stampa", a. 1987, n.38, 14/02/1987, pp.17;
Mangiare briciole e palle di neve in "La stampa", a. 1987, n.36, 12/02/1987, pp.19;

Keywords

attività partigiana ; deportazione ; trasporto 118 Tibaldi
albergo Nazionale, piazza CLN 254, Torino, TO ; Austria ; campo di transito, Bolzano, BZ ; carcere Le Nuove, corso Vittorio Emanuele II 127, Torino, TO ; Cecoslovacchia ; Flossenburg, Germania ; Gusen I, Austria ; Italia ; Mauthausen, Austria ; Monferrato ; Porschdorf, Germania ; Vinchio, AT
Benzi, Biagio, Italo ; Benzi, Giovanni ; Benzi, Vittorio ; Pia, Natalino
Formaz. part. Garibaldi
Adp uomini

Visualizza i contributi lasciati su questo documento


Cristian Pecchenino  10/03/2010  24/10/2011

Come citare questa fonte: Benzi, Biagio  in Archos Biografie [IT BP244]