Profilo biografico: Giovanni Bodrito

Giovanni Bodrito
02/12/1923, Castel Rocchero (AT), Italia

Giovanni Bodrito nasce il 2 dicembre 1923 a Castel Rocchero, nell'astigiano, da famiglia di tradizioni socialiste. Antifascista, operaio all'officina Mirafiori (TO), nel novembre 1943 è denunciato per aver partecipato agli scioperi in fabbrica. Scappa e si unisce alla Resistenza combattendo in Val Sangone nelle formazioni Garibaldi. Il 27 giugno 1944 è arrestato a Torino dalla polizia fascista e condotto all'albergo Nazionale, dove viene interrogato e malmenato. Detenuto a Le Nuove (TO), è in seguito trasferito al carcere San Vittore (MI). Da qui è deportato a Bolzano, quindi a Norimberga, successivamente a Dachau ed infine a Monaco, dove viene immatricolato con il numero 2081. Liberato dall'esercito americano, rientra in Italia il 24 giugno 1945.


Testimonianze presenti in archivio

Documento CARTACEO Trascrizione intervista a Giovanni Bodrito
Documento SONORO Registrazione intervista a Giovanni Bodrito

Keywords

attività partigiana ; carcerazione ; deportazione ; interrogatori nel luogo di detenzione ; sciopero novembre 1943
albergo Nazionale, piazza CLN 254, Torino, TO ; campo di transito, Bolzano, BZ ; carcere Le Nuove, corso Vittorio Emanuele II 127, Torino, TO ; carcere San Vittore, Milano, MI ; Castel Rocchero, AT ; Dachau, Germania ; Italia ; Monaco di Baviera, Germania ; Norimberga, Germania ; Torino, TO ; val Sangone
Bodrito, Giovanni, Cervo, Topo
Az. Fiat Mirafiori ; Formaz. part. Garibaldi
Adp uomini

Visualizza i contributi lasciati su questo documento


Susanna Braccia    17/09/2009

Come citare questa fonte: Bodrito, Giovanni  in Archos Biografie [IT BP255]