Profilo biografico: Francesco Ghisiglieri

Francesco Ghisiglieri
08/04/1922, Solero (AL), Italia

Francesco Ghisiglieri nasce l'8 aprile 1922 a Solero (AL). Meccanico, durante la guerra Ŕ sotto le armi nel Genio. L'8 settembre si trova a Bolzano (BZ) e il 9 vi viene catturato dai tedeschi nel corso delle operazioni di disarmo delle unitÓ militari italiane. Giunge a Dora-Mittelbau il 1░ novembre 1944 ed Ŕ classificato come Kriegsgefangene (prigioniero di guerra). Liberato il 15 aprile 1945, rientra a Solero il 28 luglio.
Nell'intervista presente nell'Archivio della deportazione piemontese Ghisiglieri ricorda di essere stato avviato come internato militare (Imi), dopo la cattura, nello stalag XI B di Fallingbostel e di essere stato poi destinato a un kommando a Stadt des KdF-Wagens -l'odierna Wolfsburg- con il numero di matricola 155-495. Nel luglio 1944 sarebbe poi stato trasferito a Sch÷nebeck (sottocampo di Buchenwald) per aver rifiutato il passaggio allo status civile che i tedeschi andavano allora imponendo a tutti gli Imi. Sarebbe infine giunto a Dora-Mittelbau -forse perchÚ sospettato di sabotaggio- e, ai primi di aprile del 1945, nel contesto dell'evacuazione del lager, a Bergen Belsen. Qui sarebbe avvenuta infine la liberazione ad opera delle truppe inglesi, il 15 aprile. In merito a questi passaggi mancano al momento altri riscontri documentari.

Testimonianze presenti in archivio

Documento CARTACEO Trascrizione intervista a Francesco Ghisiglieri
Documento SONORO Registrazione intervista a Francesco Ghisiglieri