Profilo biografico: Maria Camilla Pallavicino di Ceva e di Priola

Maria Camilla Pallavicino di Ceva e di Priola
08/01/1923, Torino (TO), Italia
1989, Torino (TO), Italia

Maria Camilla Pallavicino di Ceva è nata a Torino l'8 gennaio 1923. Partigiana (brig. Val Mongia-Mondovì, dal 30 novembre 1943, nome di battaglia "Camilla"), viene arrestata insieme alla sorella Maria Alessandra il 24 aprile 1944 a Nucetto (CN), quindi imprigionata a Genova (Marassi) e nel campo di transito di Fossoli. Con la chiusura del campo è traportata a Verona e di qui deportata a Ravensbrück, insieme alla sorella, il 2 agosto 1944 (trasp. 70 Tib.). Immatricolata col n. 49569, viene trasferita nel sottocampo di Rechlin, dove rimane fino alla liberazione (8 maggio 1945). Muore a Torino nel 1989.


Testimonianze presenti in archivio

Documento CARTACEO Trascrizione intervista a Maria Camilla Pallavicino di Ceva
Documento SONORO Registrazione intervista a Maria Camilla Pallavicino di Ceva

Citazioni di o su Maria Camilla Pallavicino di Ceva e di Priola in Monografia

Maria Camilla Pallavicino di Ceva e di Priola, "Non perdere la speranza": la storia di due sorelle in Lager, Elisa Mora (cur.), Alessandria, Edizioni dell'Orso, Quaderni della Memor, 2009;

Keywords

deportazione ; trasporto 70 Tibaldi
carcere di Marassi, Genova, GE ; Fossoli, Carpi, MO ; Nucetto, CN ; Ravensbruck, Germania ; Rechlin, Germania ; Torino, TO ; Verona, VR
Pallavicino, Maria Alessandra, Pallavicino di Ceva e di Priola Maria Alessandra ; Pallavicino, Maria Camilla, Camilla, Pallavicino di Ceva e di Priola Maria Camilla
Adp donne

Visualizza i contributi lasciati su questo documento


Berruti Barbara    15/01/2010

Come citare questa fonte: Pallavicino di Ceva e di Priola, Maria Camilla  in Archos Biografie [IT BP357]