Profilo biografico: Giovanni Prato

Giovanni Prato
03/10/1923, Magliano Alpi (CN), Italia
02/01/1998
Giovanni Prato nasce a Magliano Alpi (Cuneo) il 3 ottobre 1923. Militare nel III reggimento Alpini, combatte sul fronte jugoslavo. Dopo l'8 settembre torna in Italia e si unisce ai partigiani in val Pellice. Catturato dai carabinieri il 18 novembre 1943, tra il novembre 1943 e il settembre 1944 è detenuto nelle carceri di Pinerolo, Torino, Alessandria e San Vittore a Milano. Processato dal Tribunale speciale, viene prima destinato al campo di smistamento di Colonia e, in seguito a una tentata fuga, deportato a Buchenwald. Qui arriva il 17 settembre 1944 e gli viene assegnato il numero di matricola 76079. Classificato come Politisch (politico), dichiara il mestiere di autista. Poco dopo di lui viene deportato anche un fratello, che muore in campo. Viene liberato dagli americani il 7 aprile 1945 e rientra a casa il 15 giugno seguente. Muore il 2 gennaio 1998.


Testimonianze presenti in archivio

Documento CARTACEO Trascrizione intervista a Giovanni Prato
Documento SONORO Registrazione intervista a Giovanni Prato

Citazioni di o su Giovanni Prato in Monografia

Pio Bigo, Il triangolo di Gliwice: memoria di sette Lager, Alessandria, Edizioni Dell'Orso, L'asterisco; 12, 1998;

Keywords

attività partigiana ; carcerazione ; deportazione ; partecipazione alla seconda guerra mondiale sui fronti greco-albanese e jugoslavo
Alessandria, AL ; Buchenwald, Weimar, Germania ; carcere San Vittore, Milano, MI ; Colonia, Germania ; Italia ; Magliano Alpi, CN ; Milano, MI ; Pinerolo, TO ; Torino, TO ; val Pellice
Prato, Giovanni
FA it. Alpini Rgt. 3° ; Tribunale speciale per la difesa dello Stato
Adp uomini

Visualizza i contributi lasciati su questo documento


Serena Manfredi  19/09/2009  14/02/2010

Come citare questa fonte: Prato, Giovanni  in Archos Biografie [IT BP375]